martedì 6 gennaio 2009

LA BEFANA VIEN DI NOTTE!!

Con la filastrocca appena accennata nel titolo ogni anno quando eravamo piccoli a me e mio fratello mia mamma ci svegliava la mattina del giorno della befana. Ansiosi ci precipitavamo in cucina a vedere se la Befana fosse passata anche da casa nostra e se avesse lasciato dei dolci nelle calze che preparavamo la sera prima. Mettevamo le calze di nostro padre perchè avendo un 44 di piede ci sarebbero stati dentro tanti dolci. Puntualmente ogni anno trovavamo una bella calza piena piena di dolcetti, torroncini, caramelle mou, ovetti kinder, soldi di cioccolata, carbone di zucchero e l'immancabile mandarino. Passavano gli anni e nella calza continuavo a trovare dolci caramelle e mandarino. Questa mattina un qualcosa di simile ad un mandarino l'ho ritrovata nelle mie calze da running. Subito dopo la partenza della gara"Corri per la Befana" ho messo il piede in una delle milioni di buche presenti sulle strade di Roma e tac, distorsione alla caviglia destra. Ho pensato subito di ritirarmi, tornare al gazebo e leccarmi le ferite, ma, seguendo il consiglio di Maestro One, ho pian piano camminato, poi fatto qualche passo di corsa, corricchiato e quindi corso anche con buone sensazioni e buoni tempi. Il dolore sembrava quasi sparire, ma si è ripresentato subito dopo la fine della gara. Nel pomeriggio ho messo del ghiaccio per cercare di alleviare il dolore alla caviglia che nel frattempo è diventata come il mandarino che mia mamma mi metteva nella calza della Befana.

7 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Tranquillo Andrea meno peggio della mia.
7 giorni fermo.
Ghiaccio a go go, quando puoi gamba alta, se te la senti qualche aulin. Compra una cavigliera fina e da domenica prossima senza fretta rimettiti in moto.

uscuru ha detto...

se ti fermavi....
forse recuperavi prima.
pero'.. la contro prova non c'e'.
buona guarigione!!!
a presto.

Michele ha detto...

chiedo già da adesso scusa, che impressione !!!!!!!!
E ' gonfissimo, auguri di pronta gaurigione

Anonimo ha detto...

Ciao Andrea,certo bello gonfio,vedere la foto mi ha fatto impressione, auguri e recupera presto.
Franco Scaramella

Mathias ha detto...

ahia che male..

Marco Bucci ha detto...

Ciao Andrea...
Mannaggia mi dispiace...
Comunque la stavo prendendo anch'io circa 200-300 metri dopo il via... poco prima della Tuscolana...e' ignobile quel punto...
Come ti hanno detto gli altri amici..
stai buono, ghiaccio, cerca di articolarlo il meno possibile e quando non da' piu' fastidio, riprendi...
Un abbraccione e rimettiti presto.

Dante ha detto...

Bruttissima non ho mai preso una distorsione del genere...mamma che impressione. Tanto ghiaccio e riposo.....pensa che a me capita, non spesso per la verità, di girare la caviglia in buche...ma aldilà del gran male che ben conosci...dopo un po' di camminata e corsetta tutto rientra ma mai una "ballotta" del genere. Auguroni